Tutto quello che c'è da sapere sul trading online

Il Bitcoin arriverà a 40.000 dollari quest’anno

“La cripto è ancora nella sua infanzia e ha un futuro incredibilmente luminoso e su questo siamo tutti d’accordo.
Sembra di vedere la crescita del settore tecnologico dai primi anni ’80 ad oggi.
Verso la fine degli anni 70, prima che i personal computer diventassero onnipresenti, esistevano seri dubbi (anche nel settore) che i consumatori avrebbero mai adottato la tecnologia.
Ken Olsen, fondatore della Digital Equipment Corporation, ha dichiarato nel 1977 che non vi era motivo per cui qualcuno volesse un computer nella propria casa.
Proprio quell’anno vide l’introduzione dei personal computer Apple II, Commodore PET e Tandy TRS-80, tutti risultati estremamente popolari tra i consumatori.
Nel 1982 il computer sostituì “”Man of the Year”” di Time Magazine, e diverse decine di aziende si erano buttate nel settore progettando hardware e periferiche.
I titoli tecnologici hanno iniziato a salire e le azioni di società come IBM e Hewlett-Packard sono rapidamente raddoppiate nei primi anni 80.
Ma a quel punto un gruppo di investitori e analisti di mercato cominciò a pensare che la tendenza tecnologica avesse raggiunto il suo picco.
Non avevano idea di quali progressi miracolosi dovessero ancora venire, e invece consideravano l’intero settore una moda passeggera.
I prezzi delle azioni languirono per diversi anni: le azioni della IBM non andarono da nessuna parte dal 1983 al 1986.
Ma poi Microsoft è diventata pubblica nel marzo del 1986 e all’improvviso il mercato ha realizzato che c’era una componente completamente nuova nella tecnologia: il software.
Il prezzo delle azioni di Microsoft è esploso, raddoppiando nei primi dodici mesi e aumentando di 10 volte in quattro anni.
Ma all’inizio degli anni ’90 il boom tecnologico aveva ancora una volta perso il suo vigore, gli investitori pensavano che la grande tendenza del software fosse totalmente esagerata e che non c’era davvero molto spazio per il settore tecnologico per continuare a crescere.
I prezzi delle azioni sono tornati a languire, poiché il mercato non aveva idea di cosa sarebbe successo dopo.
Poi, a metà degli anni 90, la gente ha preso il sopravvento su questa cosa chiamata “”Internet”” si resero conto che c’era ancora un altro componente del boom tecnologico e così la ricchezza d’investimento continuò.
Questo ciclo si è ripetuto ancora e ancora … con i dispositivi mobili, i social media, l’e-commerce, ecc.
Durante tutto il percorso, gli investitori hanno attraversato periodi in cui credevano che la tecnologia non avrebbe avuto nessun altro modo per crescere o che era solo una moda passeggera ma non avevano la minima idea di cosa sarebbe successo dopo.
Questo è un paragone abbastanza simile alla criptovaluta.
Nei primi anni 80 quando la gente pensava che queste tecnologie fossero solo sciocchezze o che le azioni tecnologiche fossero già costose e che avessero perso l’opportunità di investire il prezzo delle azioni di Microsoft, crebbe di altre 10 volte prima della fine del decennio arrivando fino a 100 volte oggi.
Le persone dicono la stessa cosa di cripto, è troppo costoso da comprare o è una sorta di moda passeggera che alla fine andrà via.
Molto probabilmente il Bitcoin arriverà a 40.000 dollari quest’anno, ovviamente ci sono alcuni dati a supporto di questa affermazione.
Varie società di criptofinanza stanno lavorando per aprire più investimenti nel settore alle grandi banche e istituzioni.
In questo momento, cripto è dominato da piccoli investitori, chi con con 1.000 dollari o anche 1 milione, tutti possono farlo.
Ma se sei un grande fondo con 50 miliardi di dollari in gestione e vuoi acquistare centinaia di milioni di dollari di criptovaluta, questo è davvero difficile.
L’infrastruttura non esiste, non ancora, ma ci stanno lavorando.
Le banche e i fondi stessi stanno progettando le proprie piattaforme per scambiare cripto, e anche il NASDAQ sta entrando nel gioco.
Una volta che avranno successo, potrebbe esserci un’ondata di capitale istituzionale in criptovaluta ed il Bitcoin potrebbe sicuramente beneficiare di tutto questo.
Ricorda la vecchia citazione di F. Scott Fitzgerald:

“”Il test di un’intelligenza di prim’ordine è la capacità di tenere due idee opposte nella mente allo stesso tempo e mantenere comunque la capacità di funzionare””.

In conclusione, devi essere in grado di capire entrambi i lati, ci sono sempre rischi.
È anche possibile che i grandi investitori possano bypassare completamente il Bitcoin e acquistare nuove generazioni di token.
Nessuno ha una sfera di cristallo, specialmente nel ramo delle criptovalute ed è inappropriato affermare che il prezzo raggiungerà X per data Y.
Comprendi l’ovvia tendenza al grande quadro ma cerca di capire anche i rischi. Una guida su come fare trading online sulle criptovalute la troverete cliccando sul link.
Quindi, sulla base dell’equilibrio dei due, e una visione a lungo termine, cerca di prendere una decisione razionale di investire.”